Emergenza Covid-19 - Disciplina sull'accesso agli uffici comunali. Disposizione in merito alla tutela e alla sicurezza sui luoghi di lavoro.

RICHIAMATA integralmente la precedente disposizione di servizio prot. n. 15032 del 29.10.2020.

RILEVATO che rientrano nell’esercizio dei poteri dirigenziali le misure inerenti la gestione delle risorse umane nel rispetto del principio di pari opportunità, nonché la direzione, l’organizzazione del lavoro nell’ambito degli uffici”.

VISTI:

  • Il Regolamento comunale sull’Ordinamento generale degli Uffici e dei Servizi;
  • il D.lgs.18.08.2000 n.267 recante T.U. delle Leggi sull’ordinamento degli EE.LL. e successive modifiche ed integrazioni;
  • il Decreto Legislativo n.165/2001e ss.mm.i.;
  • la Legge n.241/1990 e ss.mm.i;
  • l’Ordinanza Sindacale n. 16 del 12 marzo 2020 di individuazione dei servizi comunali essenziali;
  • la direttiva del Ministro per la Pa n.3/2020 del 04 maggio 2020;
  • la Deliberazione di Giunta n. 27 del 30.04.2020 con la quale si stabiliva che: “… L’accesso agli spazi interni degli uffici è vietato agli esterni, salvo i casi in cui sia assolutamente necessario e comunque previo appuntamento e con l’obbligo di indossare i dispositivi di sicurezza prescritti (guanti e mascherina)…”
  • la Deliberazione di Giunta n. 28 del 13.05.2020 con la quale si stabiliva che per tutta la durata del periodo di emergenza da Covid-19 decretato con il DPCM 31/01/2020, salvo proroghe, e successivi che: “… è consentito l’accesso al pubblico presso gli uffici comunali solo limitatamente ai casi in cui non sia possibile adempiere alle richieste del cittadino via mail e comunque previo appuntamento telefonico da concordare ..”;
  • l’art. 1 comma 9 lett. o) del DPCM del 24 ottobre secondo cui: “.. nell'ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni..”;
  • l’art. 3 comma 2 del DPCM del 24 ottobre secondo cui: “.. Nel predisporre, anche attraverso l'adozione di appositi protocolli, le misure necessarie a garantire la progressiva riapertura di tutti gli uffici pubblici e il rientro in sicurezza dei propri dipendenti con le modalità di cui all’articolo 263 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77,le pubbliche amministrazioni assicurano il rispetto delle prescrizioni vigenti in materia di tutela della salute adottate dalle competenti autorità ..”.

Visto l’art. 1 lett. nn) del DPCM del 3 novembre, secondo il quale:

Le pubbliche amministrazioni assicurano le percentuali più elevate possibili di lavoro agile, compatibili con le potenzialità organizzative e con la qualità e l’effettività del servizio erogato con le modalità stabilite da uno o più decreti del Ministro della Pubblica amministrazione Ciascun dirigente organizzi il proprio ufficio assicurando, su base giornaliera, settimanale o plurisettimanale, lo svolgimento del lavoro agile nella percentuale più elevata possibile, e comunque in misura non inferiore a quella prevista dalla legge, del personale preposto alle attività che possono essere svolte secondo tale modalità, compatibilmente con le potenzialità organizzative e l’effettività del servizio erogato Deve essere disposta una differenziazione dell'orario di ingresso e di uscita del personale”.

Visto il D.lgs. n. 81/2008.

Preso atto dell’aumento del numero dei contagi da Covid-19 nel territorio del Comune di Striano.

Preso atto che è stata accertata in data 13.11.2020 la positività di un dipendente dell’Ente.

Ritenuto ricordare a tutela della salute pubblica dei cittadini nonché della salute dei dipendenti dell’Ente, che l’accesso al pubblico negli uffici comunali è consentito solo laddove non sia possibile assolvere alle istanze della cittadinanza vai mail e/o a distanza.

 

CIÒ PREMESSO

in ossequio alla normativa sopra richiamata ed alla stessa della Deliberazione di Giunta n. 27 del 30.04.2020, relativa all’approvazione del protocollo di sicurezza predisposto dal Responsabile per la sicurezza e dal medico competente,

SI DISPONE

Sino al 29 novembre 2020, stante il perdurare del periodo di emergenza da Covid-19 prorogato sino al 31 gennaio 2021 e fatte salve successive proroghe, per effetto di nuovi DPCM o altri provvedimenti Statali,

-CHE tutto il personale nonché gli utenti tutti osservino le norme/regole previste e nello specifico:

È INIBITO l’accesso in presenza del pubblico all’Ufficio Protocollo nonché a tutti gli altri Uffici Comunali, ad eccezione che:

A) Relativamente agli Uffici Anagrafe e Stato Civile, per gli adempimenti indifferibili in occasione di nascita e di morte, e per il rilascio della carta d’identità a seguito di: smarrimento, furto, deterioramento, in merito ai quali andranno comunque concordati e prenotati a mezzo telefono con l’Ufficio interessato gli accessi in sede in presenza -tel. 081.8276202 (SEGUIRE procedura guidata e digitare il numero esatto per essere connessi con l’ufficio competente).

Per gli atti anagrafici ordinari (es. richiesta certificati anagrafici o di stato civile), la richiesta dovrà pervenire a mezzo pec all’indirizzo: demografici@pec.striano.gov.it o mediante raccomandata con avviso di ricevimento; la pratica verrà successivamente istruita e saranno indicate le modalità di rilascio ed i relativi costi.

Per coloro i quali non hanno la possibilità di inviare atti al protocollo a mezzo mail: protocollo@striano.gov.it o pec : protocollo@pec.striano.gov.it , possono richiedere i certificati di cui sopra attraverso il predisposto modello da compilare con l’indicazione dei propri recapiti, presso la portineria del Comune e/o pubblicato sul sito istituzionale: www.striano.gov.it , avendo cura di compilarlo in ogni sua parte. Gli stessi verranno poi contattati, per concordare le modalità del ritiro.

B) Relativamente agli altri Uffici Comunali gli stessi sono chiusi al pubblico, ad eccezione ch e per gli adempimenti in imminente scadenza e valutati non prorogabili dall’Ufficio interessato, in merito ai quali andranno comunque concordati e prenotati a mezzo telefono con l’Ufficio interessato gli eventuali accessi in sede in presenza -tel. 081.8276202 (SEGUIRE procedura guidata e digitare il numero esatto per essere connessi con l’ufficio competente).

Per quanto attiene agli altri Uffici Comunali, si comunicano i seguenti contatti mail - pec di riferimento:

Servizio Ragioneria: PEC : ragioneria@pec.striano.gov.it ; e-mail: a.derosa@striano.gov.it

Servizio AA.GG.: PEC: affarigenerali@pec.striano.gov.it ; e-mail: b.minichini@striano.gov.it

Servizio Lavori Pubblici e Polizia Locale: PEC: llpp@pec.striano.gov.it ; e-mail : v.celentano@striano.gov.it

Servizi Urbanistica –Commercio e Ambiente: PEC : urbanistica@pec.striano.gov.it ; e-mail: p.prisco@striano.gov.it

Per coloro i quali non hanno la possibilità di inviare atti al Protocollo a mezzo mail: protocollo@striano.gov.it o pec : protocollo@pec.striano.gov.it , sono tenuti a provvedere a mezzo di posta ordinaria o raccomandata o consegna presso la portineria senza accedere di persona presso l’Ufficio.

-CHE tutti i dipendenti comunali, ciascuno per quanto di competenza, provvedano a rispettare ed a far rispettare gli obblighi di cui sopra.

-CHE l’addetto alla portineria provveda a controllare il rispetto del divieto di accesso ai suddetti Uffici, facendo riscorso, laddove occorra, al supporto della Polizia Locale.

-CHE l’addetto alla portineria provvederà, (per coloro che, previo appuntamento fossero autorizzati ad accedere agli altri uffici comunali) a controllare il corretto uso della mascherina protettiva nonchè la temperatura di tutti coloro (dipendenti, Amministratori o eventuali visitatori, laddove autorizzati) che si accingono ad accedere agli uffici comunali.

Per tutto quanto non disciplinato dal presente provvedimento si rimanda alla precedente disposizione prot. n. 15032 del 29.10.2020, la quale continuerà ad applicarsi limitatamente alle fattispecie qui non disciplinate.

-Per quanto attiene agli altri uffici, anch’essi sono tenuti ad avvalersi delle modalità telematiche per la conclusione dei procedimenti di rispettiva competenza, evitando l’accesso al pubblico presso gli uffici comunali che deve essere limitato ai soli casi per cui la conclusione del procedimento e/o l’accesso agli atti o informazioni non possa essere svolta a distanza ( all’occorrenza ci si avvalga della consegna dei documenti attraverso il personale di portineria);

SI INVITA

gli Amministratori in indirizzo a collaborare in merito all’attuazione di quanto richiesto con la presente nota.

SI INVITA

altresì tutti i dipendenti comunali ad attenersi scrupolosamente a quanto disposto col presente provvedimento, pena l’immediata attivazione del procedimento disciplinare per violazione delle disposizioni organizzative, oltre che l’immediata segnalazione all’Autorità Giudiziaria e/o la comminazione delle sanzioni amministrative previste, per violazione delle norme anti contagio attualmente vigenti.

SI DISPONE

che il presente provvedimento sia trasmesso al messo comunale per la notifica agli interessati.

Si confida nella Vs. collaborazione.

Il Datore di lavoro

F.to Arch. Vittorio Celentano

IL SINDACO

F.to Antonio Del Giudice

Elenco siti tematici

 
 

IBAN

CONTO CORRENTE BANCARIO
INTESTATO A: COMUNE DI STRIANO – SERVIZIO TESORERIA COMUNALE
IBAN: IT29M0306940273100000046008
BANCO NAPOLI FILIALE DI STRIANO
Servizi Vari

CONTO CORRENTE POSTALE
INTESTATO A: COMUNE DI STRIANO – SERVIZIO TESORERIA COMUNALE
CCP: 22983803